Dal Medioevo Al 1300




Dal Medioevo in poi ci fu un cambiamento di produzione nell’attività figulina (oggetto di terracotta) nel senso che si sviluppò la “ceramica invetriata” (rivestimento di vetro messo sulla terracotta) e della maiolica (prodotto di ceramica con rivestimento di vernice e smalto solidificato a calcio) che, a differenza delle antiche produzioni ceramiche, avevano un “bianco rivestimento stannifero” (cioè ricoperto di stagno) con una tecnica usata tuttora. Per quanto riguarda l’attività ceramica del Medioevo, non ci sono fonti che possono dare delle esatte notizie di quell’attività.
Solo attraverso alcuni ritrovamenti fatti a Taranto si può dire che nel 1300, nella Puglia Meridionale (Lecce-Taranto), ci fu una produzione di ceramica e maiolica con disegni decorativi.