lunedì 18 luglio 2011

Aperta fino al 31 Agosto la Mostra sulla Maiolica di Laterza

L'ingresso della Mostra
Inaugurata il 15 Luglio, la Mostra di Maiolica Popolare di uso domestico, che sarà aperta al pubblica in Piazza Vittorio Emanuele,21 a Laterza fino al 31 Agosto.


Alla Conferenza di inaugurazione, tenutasi in Vico Balbo, in una splendida cornice sapientemente valorizzata da una bellissima scenografia, hanno partecipato come relatori Domenico RIZZI (Rappresentante dell'Associazione "Studio e Ricerca Storica della Maiolica in terra d'Otranto" che ha organizzato l'evento), Gianfranco LOPANE (Sindaco di Laterza), la Professoressa BONGERMINO (Storica e Studiosa della Storia di Laterza), Gregorio COLACICCO (Studioso Economia Locale), Tony GALLITELLI (Delegato Turismo e Marketing Territoriale, Beni Culturali del Comune di Laterza ), Nicola SACCOMANNI (Ex Assessore al Marketing per il Territorio del Comune di Laterza) e Michele CRISTELLA (Giornalista del Corriere del Giorno) oltre ad un numeroso pubblico.

L’intento della mostra, ha esordito Domenico RIZZI in apertura di dibattito, è quello di portare a conoscenza l’importanza che questi manufatti di maiolica “popolare” hanno avuto nella vita quotidiana per la nostra civiltà e metterli a confronto con la maiolica artistica, di cui se ne è più diffusamente parlato e su cui giustamente gli studiosi hanno rivolto il loro interesse, Durante tutto il periodo della mostra, ha continuato RIZZI, ci sarà una collaterale degli artisti ceramisti Galante, Marilli e Matera, mentre nei giorni 15-16-17 Luglio sono stati invitati ad esporre tutti i ceramisti in attività a Laterza. “Speravamo nella presenza di tutti i ceramisti laertini - continua ancora Rizzi - in quanto siamo convinti che tutti debbano essere coinvolti in un progetto comune con le proprie competenze e il proprio impegno, affinché possa ritornare a Laterza l’antico splendore che ha fatto appunto della nostra cittadina, la culla dell’arte della Maiolica del meridione e per dimostrare che la maiolica a Laterza non è finita nel 1800.”

Prima di concludere, Rizzi, a nome dell’Associazione che rappresenta, ha lanciato una sfida all’attuale Amministrazione: “realizzare a Laterza il Museo della Maiolica”

E’ stata la volta di Nicola Saccomanni (Ex Assessore al Marketing per il Territorio del Comune di Laterza) che ha fatto un escursus storico sul suo operato quando era Assessore al Marketing Territoriale e ai Beni Culturali, invitando la nuova amministrazione a continuare sulle orme già intraprese dalla vecchia sul marchio CAT e sottolineando l’importanza di mantenere Laterza iscritta all’Associazione Italiana Città della Ceramica (A.I.C.C.).

La parola è poi passata alla professoressa Bongermino che ha tracciato un percorso storico della Maiolica di Laterza, di Grottaglie e di Martina Franca, sottolineando l’importanza che i manufatti in maiolica popolari erano molto diffusi presso le nostre famiglie ma erano anch’essi artistici in quanto a forme e manifattura.

E’ stata la volta di COLACICCO che tra le altre cose, ha sottolineato l’importanza che hanno le giovani leve di ceramisti in attività e evidenziando che volumi come “La maiolica di Laterza: storia, arte e mercato” pubblicato quando lui era assessore alla provincia, possa essere una base di partenza per la crescita dell’arte figula laertina.

E’ stata la volta di GALLITELLI che, in qualità di Delegato Turismo e Marketing Territoriale, Beni Culturali del Comune di Laterza ha evidenziato quanto l’arte della maiolica di Laterza sta a cuore all’attuale Amministrazione, tanto che sono stati inseriti nel cartellone della “Laterza Estate 2011” una serie di eventi che porteranno in piazza i figuli e gli artisti ceramisti laertini per far vedere l’arte della Maiolica da come nasce fino al prodotto finito. La manifestazione nel suo insieme è denominata “Maiolica&design”.

Il Sindaco Gianfranco LOPANE ha poi raccolto le sfide lanciate in serata promettendo che l’Amministrazione si impegnerà al massimo affinchè il Museo della Maiolica si realizzi anche perché “quando sono stato al Museo di Castromediano di Lecce dove sono esposti dall’inizio di giugno circa 200 manufatti originali di maiolica di Laterza, da laertino mi sono sentito da un lato esaltato ma dall’altro lato affranto in quanto la vera casa di quei manufatti non puo’ che essere Laterza”. Inoltre si farà di tutto, ha continuato LOPANE, affinchè si intitoli una piazza di Laterza al D’Alessandro uno dei massimi esponenti della Maiolica di Laterza.

A concludere la serata, Domenico RIZZI, ha invitato Felice DE VIETRO al tavolo dei relatori e, insieme alle artiste GALANTE, MARILLI e MATERA, hanno consegnato delle targhe ricordo appositamente realizzate dalle suddette artiste ai relatori.

Tutti si sono poi spostati nella location della Mostra, in Piazza Vittorio Emanuele, dove si è inaugurata la Mostra.

Ad oggi, dopo due giorni di apertura si è avuta un’enorme affluenza di pubblico. La mostra sarà visitabile fino al 31 Agosto. L’ingresso è gratuito.



Domenico RIZZI

(Associazione Studio e Ricerca Storica della Maiolica in Terra d’Otranto)


Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter